Posts Tagged ‘design territory’

Design e territorio

Celaschi F., Germak C., Design e territorio: due scale di progetto sinergiche, in Lupo E., Campagnaro C., Designing Connected Places. International Summer School, Compositori, Bologna 2009, pp. 9-11.

ISBN 978-88-7794-660-7

Lingua: ITALIANO/INGLESE

L’intervento è parte della pubblicazione che restituisce gli esiti dell’International Summer School organizzata, tra Torino e Pollenzo, come evento del programma di Torino 2008 World Design Capital dell’Icsid. Tema della manifestazione, dal titolo Designing Connected Places, era la capacità del design di immaginare e anche comunicare scenari e tattiche per il cambiamento, operando in collaborazione con quei “committenti” che oggi operano sul territorio.

Fondamenti del Piano di Marketing dell’Oltrepò Mantovano

Celaschi F., Fondamenti del Piano di Marketing dell’Oltrepò Mantovano, in Casoni G., Fanzini D., Trocchianesi R. (a cura di), Progetti per lo sviluppo del territorio. Marketing strategico dell’Oltrepò Mantovano, Maggioli, Rimini 2008, pp. 30-37.

ISBN 978-88387-4266-9

In questo saggio si ripercorrono i concetti costitutivi del progetto di costruzione e rappresentazione dell’identità dell’Oltrepò di Mantova, area di 27 comuni che, attraverso un piano realizzato tra il 2005 e il 2007, si è data una rinnovata immagine e un sistema di azioni coordinate per lo sviluppo territoriale e la valorizzazione del patrimonio culturale.

Leggi il resto… »

Attached Files:

Il processo di formazione del piano di MKTG dell’Oltrepo mantovano

I processi di mediazione tra territorio e fruitore contemporaneo
Il mondo è cambiato rapidamente, mio padre è stato istruito, si è messo a lavorare, si è sposato ed ha fatto famiglia, è invecchiato fino a oltre 70 anni ed è morto nel raggio di 40 km da dove era nato. Un territorio che aveva imparato a conoscere bene già dai racconti di suo padre, che pur se emigrato per tre anni in america aveva sostanzialmente vissuto tutta la sua vita nel medesimo paese, un paese che era diventato interessante più o meno di colpo solamente durante gli sfollamenti forzati che portavano gli abitanti delle città a rifugiarsi in campagna.
Per il resto questo territorio non aveva il problema di comunicare se stesso. Chi vi abitava lo conosceva nei minimi dettagli, ed ogni risorsa di cui viveva proveniva praticamente da quel luogo; chi non vi abitava difficilmente era nella necessità di esserne attratto.
Leggi il resto… »

©Flaviano Celaschi | RSS | amministrazione | spazio ftp
project by Luana Marmo | powered by Mavida snc with WordPress